Resoconto ASSIMP Italia presso Convegno Senato "La riforma del Codice Appalti: I profili anticorruzione"

19 maggio 2015

Spett.li Imprese Associate,

La presente per informarVi che lo scorso Martedì 28 Aprile ASSIMP Italia ha ricevuto l’invito da parte del Sen. On. Marco FILIPPI, membro della VIII° Commissione dei Lavori Pubblici del Senato della Repubblica, per partecipare al Convegno "La riforma del Codice Appalti: i profili anticorruzione".

Il Consigliere Giacomo IRIDE ha partecipato a questo importante evento in veste di rappresentante dell’Associazione ed ha potuto ribadire, con i maggiori esponenti della VIII° Commissione Lavori Pubblici del Senato della Repubblica (tra i quali appunto il Sen. On. Marco FILIPPI, il Sen. On. Stefano ESPOSITO, ed il Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti On. Riccardo NENCINI), l'importanza che il disegno di legge di conformità dei sistemi impermeabili ha per il nostro comparto.

L’appuntamento ha avuto come argomento centrale l’imminente riforma del codice degli appalti pubblici, punto di partenza irrinunciabile in un paese in cui ci sono ad oggi ancora circa 700 opere pubbliche incompiute.

Il Sen. ESPOSITO ha evidenziato numerosi aspetti su cui si baserà la riforma del codice degli appalti:

- Si mirerà a semplificare la burocrazia poichè, ove ci siano troppe leggi o cavilli burocratici, la corruzione ed il malaffare possono trovare terreno fertile. Le opere pubbliche si fermano e non si concludono per questioni legate al fermo della magistratura, per atti illeciti oppure per blocchi burocratici;

- Il progetto esecutivo andrà al bando di gara sin dal principio;

- Si investiranno più risorse per il progetto di realizzazione e si limiteranno le varianti in corso d’opera, fattori che spesso rallentano o addirittura bloccano la fine dei lavori;

- Si ridurrà il numero delle stazioni appaltanti in modo da non avere tra le stesse conflitti per le competenze, ed anche al fine di avere su di esse un maggiore controllo;

- Per le aggiudicazioni si terrà conto del comportamento delle Aziende durante tutto il loro esercizio e sarà aumentato il punteggio di quelle Imprese che non hanno pendenze in essere.

La Legge Delega andrà ad eliminare tutte le Leggi precedenti, riformulando da principio il Codice per gli Appalti. Si tratta di una importante riforma finalizzata alla regolamentazione degli stessi e volta a restituire la giusta credibilità al lavoro pubblico, rilanciando l’interesse verso di esso da parte delle Imprese sane e virtuose.

Ringraziamo il nostro Consigliere Giacomo IRIDE per aver presenziato all'evento e per aver ulteriormente sviluppato i contatti con le più influenti personalità istituzionali in materia di edilizia pubblica.

Ci è stato confermato che la Legge Delega 1678 avrà ampi margini di miglioramento e pertanto speriamo che le istanze illustrate nell'audizione all'8^ Commissione dei Lavori Pubblici dal Presidente GRONDONA VIOLA possano essere accolte.

Vi terremo aggiornati su tutte le novità al riguardo.

Nel ringraziarVi per la cortese attenzione, porgiamo cordiali saluti